No borders!

 

9c9cbc3088b0b4615b12d6adece20595

…e niente, io sto qui e mi appassiono alla rivoluzione che ognuno sa fare della propria vita.

Tutta colpa di quell’Anita là, perchè io la guardo tutte le sante volte, lei sopra il suo cavallo andare all’attacco tenendo con un braccio il figlio e con l’altro la pistola, ed io sotto a ringraziare per la vita che mi ha regalato.

«Devi essere mia».

We don’t go back, indietro non si torna, noi restiamo e resistiamo per la libertà di fuga dalla miseria, per la libertà di movimento. Senza confini costruiti ad hoc per meglio ricattare e sfruttare”.

Chichi

 

 

No Comments

Post a Comment