L’estate: un’emozione grandissima!

d93cef5e2bc501426209b7470f7623946394cd286e66a0c725a88b14c60d97a3e4330f1e6993f5da77f945bb934bfb1946cb2b425810b68fe155248e7c3bfc853cd0cf3e25d89fa64ab88e467e580330cf23fb0854a2b029f8281ae8d2f241bc462b08b54a647ee86c1af2e9e66f5ad8

Ma cosa sono venuta a fare questa volta, se era per restare ieri vestita troppo poco, piena di freddo e sotto la pioggia, e oggi troppo vestita per tutto quel caldo che c’era.

Ma vedo un ragazzo che galoppa sul suo cavallo seguendo il sentiero immaginario tracciato davanti a se in mezzo all’erba alta, corre dietro ai suoi pensieri e alle macchine, che sfrecciano veloci più in là  sull’autostrada.

Ma vedo una coppia di marocchini (o tunisini non lo so), vanno via in bici, uno accanto all’altro, alla pari, tranquilli nonostante le macchine debbano allargare notevolmente per sorpassarli e nessuno suona, lei ha il velo intorno alla testa, lui ha i sandali, i loro piedi sono abituati a stare liberi, a sentire la terra che si infila tra le dita, ne hanno lo stesso colore talvolta, e non è un problema andare a letto con lei ancora attaccata addosso.

Ma ho visto una coppia che trasuda passione da ogni poro e questo mi ha calmato.

La Monica è preoccupata per me. L’Arianna ha detto che non si preoccupa più. La Lulu ha detto che bisogna limonare.

Io non ho fatto nè questo nè altro ma ho visto molto e sono grata anche solo per questo.


This song is for you and you are full of wonder.

Chichi
No Comments

Post a Comment