Innocent, remember?

Eh si, niente, il destino si decide in un colpo solo. 
Si perchè c’è una prima volta, c’è un ultima volta e poi c’è nessuna volta. 
Quel benedetto giorno mi sono messa in ginocchio davanti a te, non so perchè proprio così,
e ti ho detto quello che era la mia vita allora. Poi basta. 

 

Viso rosso,

mal di pancia,

e il cuore che batte forte.

Il medico mi ha detto che è sicuro al 1000xmille che la mia è una varicella zoster, che nome fico per una rottura di palle così!

Stasera sclero più del solito, mi gratterei più del solito, urlerei più del solito. Sono le 23 e sono tutti a letto, almeno quelli che contano, i piccoli, ed è saltato il cinema anche stasera uffa, non si riesce mai una volta a vedere il Grinch!

Ritornano i ricordi di oggi, quando tutti facevano dei gran discorsi, su Isaac, su me, su come essere genitore, su come essere una-cazzutissima-tipa-equilibrata. Non richiamo la Lulu perché c’ho daffare, domani. E’ che pensavo di aver bisogno di una cosa, invece scopro che ho bisogno di un’altra.

No macchina.

No buio.

No invenzioni.

Si passeggino,

si freddo sulle gambe,

si Isaac e Carolina.

Stasera Interpol.

21 gennaio 2013

 

Chichi

 

credits: Erikasemicouture

No Comments

Post a Comment