The “IMPOSSIBILE” Love letters. (L’impossibile lettera d’amore) (#5)

Torno da una mattinata fuori, in mezzo lo studio per cercare di imparare qualcosa di Mr.Illustrator and Miss.Photoshop, non mi sento per niente bene, ho un sonno che non tengo gli occhi aperti, sono impaziente, mi convincono a mangiare qualcosa fuori e ci resto troppo male, si perchè trovo tutto senza senso senza valore ed eccessivo, il panino esotico a pranzo, la signora che butta l’immondizia chissà se nel bidone giusto, ed i barattoli della Coop che continuano a far parlare di loro anche quando sono vuoti e buttati. Sono un paio di giorni che mi va tutto stretto.

Carissimi tutti,

vi penso, e nemmeno abbastanza… ma di più non riesco.

Siamo un popolo quasi affamato, disorganizzato e dilaniato, senza capo nè coda, alla mercè dei faccendieri, dei boiardi, e dei tiramenti di culo del cosidetto “mercato”!

Bisogna sfasciare tutto al più presto per ricostruire come si deve (e oggi sono tendenzialmente ottimista!).

Per me pubblicate tutto.

L’OSSERVATRICE (respectG)

No Comments

Post a Comment