OVVIO, E’ DICEMBRE!

L’ultimo (o era il primo?) regalo chi mi ha lasciato la dottoressa è stato quello di dirmi “concretizza il più possibile, desidera e realizza, subito e continuamente e senza rinviare”.

Stamattina ho in testa questo, voglio andare a funghi come se fossero desideri, adoro anche solo l’idea di andare a funghi ma mio padre non mi ha mai portato e mai insegnato, e con i funghi non si scherza, bisogna sapere dove andare, e poi non dirlo a nessuno dove sono, saperli riconoscere quando li vedi, raccoglierli come si deve e conservarli integri fino a casa dove saranno poi trasformati in altrettanti sotto-desideri.

Quindi da oggi e per tutto l’Avvento darò un gettone ad ogni persona che incontro chiedendogli un desiderio da esprimere, ma che sia un desiderio immediato, terra-terra e da incassare subito. Non sono mica la sostituta di Babbo Natale io, ma ho capito che bisogna passare attraverso i sogni per poter essere concreti.

E parto da qui, dal mio desiderio di stamattina “avere il buon gusto di rimanere me stessa”, poi Carolina “aprire il #1 del calendario dell’avvento”, Alfredo “fare una passeggiata fino allo studio”, Isaac “passare proprio una bella giornata”, e poi quello della mia amica Ilaria, che è a dieta da mesi, ha fatto passi da gigante con la volontà ed il corpo, che quando la incontro tardo a riconoscerla, beh lei stamattina desiderava proprio e tanto e giustamente e solo “una brioche”.

Avevo pensato per un momento che sarei stata libera subito, e che per una volta le cose sarebbero andate diversamente, ma ho capito che anche la fine te la devi sudare, ed io sono qui ora che ma la voglio godere.

Chichi

No Comments

Post a Comment